riga-arancione     ADWM-per-Sardex-5 riga-arancione

Dromos Revolution · luglio 2018

«La vita potrebbe essere divisa in tre fasi: Rivoluzione, Riflessione e Televisione. Si comincia con il voler cambiare il mondo e si finisce col cambiare i canali»

(Luciano De Crescenzo)

Fu vera rivoluzione o fu, piuttosto, una catastrofe generazionale? A cinquant’anni dal ’68, anno “formidabile” e cruciale per alcuni dei suoi protagonisti, horribilis per altri – almeno per coloro che dalle barricate sono approdati a posizioni antitetiche rispetto agli ideali e alle utopie di allora -, il festival Dromos proporrà una meditazione e alcuni spunti di riflessione inserendosi in un dibattito che, giocoforza, caratterizzerà e accenderà gli animi per le celebrazioni del cinquantesimo anniversario. Sarà, pertanto, DromosRevolution, e sarà, al contempo, l’occasione per festeggiare un altro anniversario, di certo meno dirompente ma che, nell’ambito della cultura isolana, ha segnato e continua a segnarne il percorso musicale e culturale più in generale: il ventennale del festival. 

Con queste parole Ivo Serafino Fenu introduce la XX edizione di Dromos festival. Per l’Associazione omonima seguiamo la progettazione grafica e la comunicazione.

• Scarica l’opuscolo

Dromos Revolution 2018

 

68/Revolution · luglio 2018

Fu vera rivoluzione o fu, piuttosto, una catastrofe generazionale? A cinquant’anni dal ’68, anno “formidabile” e cruciale per alcuni dei suoi protagonisti, horribilis per altri – almeno per coloro che dalle barricate sono approdati a posizioni antitetiche rispetto agli ideali e alle utopie di allora -, la Pinacoteca comunale “Carlo Contini” di Oristano si inserisce, con un approccio originale, nel dibattito che, giocoforza, sta caratterizzando e accendendo gli animi per le celebrazioni del suo cinquantenario. 

Così Ivo Serafino Fenu introduce la mostra in esposizione nella Pinacoteca Carlo Contini di Oristano.

Per questa mostra abbiamo realizzato tutte le immagini grafiche e di comunicazione.

• Scarica il pieghevole

68 - manifesto

 

Shopping sotto le stelle · 2018

Estate 2018. Undicesima edizione di Shopping sotto le stelle la manifestazione creata e organizzata dalla Confcommercio di Oristano. Fin dalla prima edizione (1998) realizziamo la campagna di promozione dell’evento.

Shopping 2018 - manifesto

L’opera di Gavino Tilocca · giugno 2018

Gavino Tilocca merita indiscutibilmente un posto di rilievo nella storia dell’arte sarda. Il suo percorso formativo lo porta a maturare inizialmente stilemi classici e austeri. L’arte di Tilocca subisce, nel periodo giovanile, l’impronta celebrativa e monumentale del suo maestro di studi Arturo Dazzi. 

Così Antonello Carboni e Silvia Oppo presentano L’opera di Gavino Tilocca, la mostra organizzata al Museo Diocesano Arborense di Oristano che ci incarica di realizzare le singole immagini e il materiale di comunicazione.

Scarica il pieghevole

Gavino Tilocca - manifesto

 

Contemporary · giugno 2018

 

 

L’espressione degli artisti presenti in mostra, per la prima volta insieme, potrebbe non avere nulla in comune, almeno apparentemente, e risulterebbe fin troppo ovvio il solo legame con la propria terra natia. La pluralità che esprimono le loro opere ci permette di tracciare un perimetro solo concettuale che sprigiona però una forza inaspettata ma problematica. Possiamo cogliere suggestioni figurative che rimandano a Bosch, Friedrich, Altdorfer, Giorgione fino ad arrivare ai giorni nostri attraverso Valerio Adami o un pop surrealism.

Così Antonello Carboni e Sabina Corriga introducono la mostra Contemporary le nuove frontiere dell’arte in Sardegna organizzata al Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Antonio Ortiz Echagüe di Atzara, in provincia di Nuoro. Per la mostra abbiamo seguito tutti gli aspetti grafici e di comunicazione.

 

Scarica la guida

Contemporary - manifesto

Compro Vicino Guardo Lontano · giugno 2018

Compro Vicino, Guardo Lontano è una campagna informativa organizzata dalla Confcommercio di Oristano che mira a trasferire i valori del commercio tradizionale nel mondo del web. La campagna verte sull’affissione di manifesti di grande formato e la diffusione di una serie di video di breve durata nei social network.

CVGL 2018 - logo

Anfiteatro Tharros · maggio 2018

Una nuova area spettacolo in uno degli spazi più affascinanti del Mar Mediterraneo, tra le antiche rovine della città e i profumi intensi del lentisco e della macchia mediterranea, con cornice l’azzurro del cielo che si unisce alle acque cristalline di San Giovanni.

Questa è l’introduzione di Anfiteatro Tharros per il quale l’Associazione Dromos di Oristano ci incarica di realizzare il logotipo.

Anfiteatro-Tharros - logo

 

Lo Sbaracco d’Autunno · maggio 2018

Per la Confcommercio seguiamo (fin dalla prima edizione del 2013) l’immagine per la comunicazione de Lo Sbaracco al centro città.

Lo Sbaracco - 2018

Resurface · maggio 2018

Chia Devis è un’artista colombiana che predilige la pittura. Utilizza l’olio e l’acrilico per sperimentare lo spazio e la materia. Nella prima parte della mostra cieli plumbei preannunciano un cataclisma. Le opere della serie “Turbolenze” aprono squarci sul tema dell’inquietudine; macchie scure, dove si nasconde, in posizione fetale, una donna, persa, strappata, inabissata, nell’urlo non udito da alcuno. 

Così Bianca Laura Petretto presenta Chia Devis. Per la mostra Resurface il Museo Diocesano Arborense di Oristano ci incarica di realizzare il materiale di comunicazione.

  • Scarica il pannello

Resurface - maggio 2018

Finis Terrae · aprile 2018

Vi sono territori che vanno percorsi con timore e reverenza: sono i territori del sogno, sono i luoghi nei quali la realtà diventa altro da sé, sono una conturbante metafora della vita.

Vi sono scrittori che questi territori li hanno raccontati in una dimensione sospesa tra mito e storia, ne hanno fatto il teatro dell’epopea del popolo sardo, un’epopea che narra di genti che su quella terra dipanavano le loro umane fatiche e costruivano la loro leggenda: «Passavamo sulla terra leggeri come acqua […] come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli o scende scivolando sulle pietre, per i monti e i colli fino al piano, dai torrenti al fiume, a farsi lenta verso le paludi e il mare, chiamata in vapore dal sole a diventare nube dominata dai venti e pioggia benedetta» (Sergio Atzeni, Passavamo sulla terra leggeri, 1996). 

Vi sono artisti che, infine, questi territori li raccontano visivamente con la potenza manipolativa e trasversale dell’arte contemporanea, al di là dello stereotipo della pittura di paesaggio e oltre i generi consolidati della tradizione. Sono, per questo, “agrimensori di sogni” che superano la descrizione con la forza trasfigurante dell’evocazione. Marco Pili è uno di loro e raggiunge analoghi risultati concretizzando visivamente quel sogno chiamato Sardegna, una terra, la sua, con la quale mantiene da sempre un rapporto osmotico, quasi uterino.

Così Ivo Serafino Fenu introduce la mostra in esposizione nella Pinacoteca Carlo Contini di Oristano.

Per questa mostra abbiamo realizzato tutte le immagini grafiche e di comunicazione.

• Scarica il pieghevole

Finis Terrae - aprile 2018